Dopo qualche mese di convivenza io e la mia ragazza abbiamo iniziato a ricevere in regalo qualche pianta grassa e qualche pianta da fiore. Le annaffiavamo spesso, quasi tutti i giorni, e le tenevamo in cucina, dove non c’è luce se non quella artificiale. Potete immaginare come è andata a finire. Le piante hanno sofferto molto e alcune sono morte, pure quelle grasse.

Era necessario prendere provvedimenti. Mantenere dei fiori non era così semplice come pensavamo. Ma neanche impossibile…

Ho iniziato a informarmi e ho individuato 4 elementi chiave per la sopravvivenza delle piante, che sol tempo si sono dimostrati efficaci:

  1. Luce. Quasi tutti i fiori hanno bisogno di luce solare. Di conseguenza è opportuno posizionarli in una parte della casa molto esposta alla luce, meglio se in terrazza o in giardino.
  2. Acqua. Ogni pianta ha bisogno di una quantità di acqua variabile, nè troppa, nè troppo poca. Il rischio è quello di affogare le piante o di prosciugarle. Alcune piante (le piante grasse, la rosa, alcune piante aromatiche come la salvia e il rismarino) possono essere annaffiate una volta a settimana, altre piante (le sulfinie, i gerani, le ortensie, il basilico) richiedono acqua tutti i giorni (lievi variazioni devono esser fatte a seconda delle stagioni). Meglio annaffiare le piante quando non sono esposte alla luce diretta del sole, al mattino presto o la sera tardi, per evitare che le foglie si secchino. E’ importante controllare che nel sottovaso non ristagni troppa acqua poichè le radici possono rischiare di marcire.
  3. Terriccio. Per favorire il benessere e la crescita delle piante è necessario collocarle in un vaso delle giuste dimensioni e cambiare il terriccio (è sufficiente acquistare il terriccio universale disponibile in qualsiasi supermercato). Il cambio va fatto subito dopo l’acquisto della pianta e almeno ogni anno a primavera per le piante già in tuo possesso. Quando togli la pianta dal vecchio contenitore sfoltisci senza timore le radici e rimuovi quelle in eccesso.
  4. Potatura. Ogni tanto, quando noti la presenza di foglie o fiori secchi, toglili e almeno a primevera esegui una potatura accurata. Le tue piante cresceranno e fioriranno più rigogliose!

Fammi sapere nei Commenti se le informazioni che ti ho dato ti sono sembrate utili o se hai qualche prezioso consiglio da darmi.  Buon giardinaggio!

Se ti è piaciuto l’articolo clicca su “Mi piace” o sulla stellina qua sotto e poi condividi!

Seguimi per avere aggiornamenti via email.